Monia
Chianti
Olio
 

Fu proprio la vite che riuscì a trarre i migliori benefici dal meraviglioso microclima di Rapale Alto, tanto che a poco a poco iniziò una conversione delle colture promiscue in colture specializzate. L'amore e la passione per il vino della Famiglia Tinacci, e la collaborazione dell'enologo Claudio Fiore, ha portato la Tenuta di Rapale Alto ad una vera rinascita, il resto del “podere”, che adesso è diventato il centro di rappresentanza, la ristrutturazione dei vigneti, con i sistemi tecnicamente moderni, ma ancora con quegli antichi vitigni che hanno saputo adattarsi al terreno e al sole di questa zona; la costruzione della cantina, in base alle moderne tecniche enologiche.

L'unione tra Terra, Sole e Uomo per il momento ha dato un risultato sicuramente interessante, un vino rosso, un colore rubino, un profumo di frutta matura e spezie fini ed un gusto caldo, morbido con tannini decisi e avvolgenti, con un lungo retrogusto di cioccolato. Queste sono le sensazioni che si provano degustando i vini ed ancora di più venendo a visitare la Tenuta di rapale Alto.